Il Blog di Menocarta

Questa sezione riporta news, contributi di esperti e best practices riguardanti le tematiche della fatturazione elettronica, dei trust services, della conservazione a normala e gli aspetti di compliance nei processi amministrativi, contabili e fiscali.

Luglio 27, 2017

Split Payment, disponibili gli elenchi definitivi

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato gli elenchi definitivi per l’anno 2017 delle…
Luglio 24, 2017

Gestione documentale delle note spese e dei relativi giustificativi

L'agenzia delle Entrate, con la Risoluzione 96/E del 21 luglio 2017, ha chiarito che le…
Luglio 19, 2017

Split payment, entro oggi la conferma dei nuovi elenchi

Il Dipartimento delle Finanze ha reso noto l’emanazione di un nuovo decreto in materia di…
Luglio 13, 2017

Voucher per la digitalizzazione delle PMI

Il 10 luglio 2017 è stata deliberata la copertura finanziaria del MISE in grado di…
Luglio 06, 2017

Trasmissione "dati fatture", nuovi chiarimenti del Fisco

  L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 87 di ieri fornisce le risposte ad…
Luglio 04, 2017

IL BOOK PROFESSIONISTI E INNOVAZIONE DIGITALE – La diffusione della fatturazione elettronica

È disponibile l’Instant book “Professionisti e Innovazione Digitale”, edito da Il Sole 24 Ore, a…
Giugno 29, 2017

Estensione dello split payment a partire dal 1° luglio 2017

Il Dipartimento delle Finanze ha pubblicato ieri il Decreto attuativo con le nuove disposizioni in…
Giugno 13, 2017

Smau Bologna 2017, un altro riconoscimento per Menocarta.net

Si è appena conclusa l’edizione di SMAU Bologna 2017, dove abbiamo avuto l’opportunità di presentare…
Giugno 06, 2017

Ti aspettiamo a Smau Bologna

Ti aspettiamo a Smau Bologna con 3 appuntamenti da non perdere: Giovedì 8 - ore 11:30…
Maggio 30, 2017

Liquidazione IVA, alcuni suggerimenti in caso di dubbi

In questi giorni l’Agenzia ha pubblicato sul proprio sito internet una serie di risposte (FAQ)…
Maggio 29, 2017

Prorogato il termine di trasmissione delle liquidazioni periodiche Iva

Confermata la proroga al 12 giugno 2017 del termine di trasmissione dei dati delle liquidazioni…
Aprile 12, 2017

Il termine di conservazione dei documenti fiscali resta al 31 dicembre 2017

L’interpretazione di Menocarta.net in linea con il chiarimento dell’Agenzia delle Entrate. L’Agenzia delle Entrate con…
Marzo 28, 2017

Horsa entra nel network Menocarta.net

Le due realtà collaboreranno per supportare le aziende nella digitalizzazione dei processi correlati alla fatturazione…
Febbraio 27, 2017

Anche i servizi professionali possono essere sharing. È il momento dei professionisti!

Oggi sempre di più usufruiamo di servizi basati sulla condivisione e lo scambio, sfruttando le…
Gennaio 27, 2017

La nuova Tax Compliance IVA. Rischi ma anche opportunità.

Partendo dalla definizione di TAX COMPLIANCE da parte dell'Agenzia delle Entrate, si nota che quest'ultima, nel corso del…
Gennaio 12, 2017

Webinar - La fatturazione elettronica B2B ad una settimana dalla partenza

GUARDA LA REGISTRAZIONE DEL WEBINAR Martedì 17 gennaio 2017 h 11:30 - 12:30 Dal 9…
Dicembre 23, 2016

Come inviare le fatture elettroniche a partire dal 1° gennaio 2017?

Le fatture elettroniche in formato XML, fatte transitare attraverso il sistema di interscambio (SDI), potranno…
Dicembre 13, 2016

Dal 13 dicembre è possibile aderire alle opzioni per la trasmissione dei dati delle fatture e dei corrispettivi.

Dalle ore 10:00 del 13 dicembre 2016 i contribuenti che intendono esercitare l’opzione D. Lgs.…
Dicembre 02, 2016

Più tempo per aderire al D.Lgs. 127/2015. Prorogato il termine al 31 marzo 2017.

Più tempo per fare la scelta giusta! Prorogato al 31 marzo 2017 il termine per…
Dicembre 01, 2016

Disponibile la registrazione del workshop: Come evitare gli spesometri trimestrali e gli altri adempimenti nel 2017.

Ti sei perso la diretta? Guarda qui la regitrazione del workshop del 1° dicembre 2016: Come…
Novembre 15, 2016

TEAMSYSTEM ENTRA A FAR PARTE DI MENOCARTA.NET

TeamSystem, società leader in Italia nello sviluppo e nella distribuzione di software e servizi rivolti…

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato gli elenchi definitivi per l’anno 2017 delle società controllate da pubbliche Amministrazioni centrali e locali e delle società quotate incluse nell’indice FTSE MIB, soggette al meccanismo della scissione dei pagamenti (plit payment).
Il Ministero ha inoltre precisato che non verrà pubblicato alcun alenco delle Pubbliche Amministrazioni, per le quali si deve fare riferimento all'elenco IPA, dal quale sono escluse le società classificate nella categoria dei “Gestori di pubblici servizi” poiché non rientranti nell’ambito del provvedimento della fatturazione elettronica obbligatoria. Consulta gli elenchi definitivi

L'agenzia delle Entrate, con la Risoluzione 96/E del 21 luglio 2017, ha chiarito che le note spese, in quanto documenti a rilevanza fiscale, se conservati digitalmente devono possedere i requisiti di immodificabilità, integrità e autenticità come previsto dalla normativa di riferimento D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 (“Codice dell’Amministrazione Digitale” o “CAD”), art. 2 del D.M. 17 giugno 2014 ed art. 3 dei D.P.C.M. 13 novembre 2014 e 3 dicembre 2013).
Dovranno poi essere garantiti tutti gli ulteriori requisiti legislativamente individuati per la deducibilità dei costi (quali inerenza, competenza e congruità, secondo la previsione del D.P.R. n. 917 del 1986 e dei vari documenti di prassi in materia), nonché gli obblighi di esibizione presenti nella normativa vigente (si veda, ad esempio, l’articolo 5 del D.M. 17 giugno 2014).

Nel momento in cui sono garantiti tali requisiti il documento analogico può essere sostituito da quello digitale, senza prevedere l’intervento di un pubblico ufficiale che attesti la congruità tra l’originale analogico e la copia digitale. Diversamente se il giustificativo allegato alla nota spese non consente di risalire al suo contenuto attraverso altre scritture o documenti di cui sia obbligatoria la conservazione e sia pertanto in documento analogico originale unico, la relativa conservazione elettronica necessita dell’intervento del pubblico ufficiale.

Lo stesso vale nel caso in cui i giustificativi siano emessi da soggetti economici esteri di Paesi extra UE, con i quali non esiste una reciproca assistenza in materia fiscale. Ossia tali documenti andranno considerati originali unici, con tutte le conseguenze del caso sulla loro conservazione.

Scarica la risoluzione 96/E dell'Agenzia delle Entrate

Il Dipartimento delle Finanze ha reso noto l’emanazione di un nuovo decreto in materia di split payment (DM  datato 13.7.2017) che verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale nei prossimi giorni.
Con tale Decreto che modifica il precedente D.M. 27 giugno 2017 di attuazione della normativa sulla scissione dei pagamenti, il Ministero ritorna sulle disposizioni del D.L. n. 50/2017, facendo riferimento alle Amministrazioni destinatarie della disciplina sulla fatturazione elettronica obbligatoria ex art. 1, commi da 209 a 214, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244. Di conseguenza il riferimento normativo della fatturazione elettronica e dell’articolo 17-ter del Dpr 633/1972 coincide con l’elenco dell’indice delle Pubbliche amministrazioni (Ipa sul sito www.indicepa.gov.it).
Il Mef ha ripubblicato, anche alla luce delle segnalazioni pervenute a seguito delle informazioni divulgate lo scorso 28 giugno 2017, i nuovi elenchi dei soggetti tenuti al meccanismo della scissione dei pagamenti. I soggetti interessati potranno segnalare eventuali mancanze o delle inclusioni errati negli elenchi entro oggi, 19 luglio 2017.
Il Dipartimento delle finanze provvederà successivamente alla pubblicazione degli elenchi definitivi.

Scarica l'elenco delle società partecipate soggette a split payment

Giovedì, 13 Luglio 2017 15:42

Voucher per la digitalizzazione delle PMI

Il 10 luglio 2017 è stata deliberata la copertura finanziaria del MISE in grado di assegnare dei fondi per favorire la digitalizzazione delle PMI di ogni regione.

Le micro, piccole e medie imprese avranno pertanto presto a disposizione un voucher per un importo massimo di 10.000,00 € da dedicare a spese in digitalizzazione: acquisto di hardware, software e servizi finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammodernamento tecnologico.  
Le richieste andranno trasmesse esclusivamente per via telematica e le relative modalità di presentazione delle domande e i relativi moduli saranno presto resi noti dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Come fare?

Rivolgiti a noi per maggiori informazioni e per presentare il tuo progetto!
Mettiamo a disposizione le nostre competenze professionali ed operative, sia per presentare il progetto sia per aiutarti a digitalizzare la tua azienda!

info@menocarta.net - 800317500

 

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 87 di ieri fornisce le risposte ad alcune domande sulle modalità per ottemperare all’obbligo di comunicazione dei dati delle fatture, da effettuarsi ai sensi dell’art. 21 del DL 78/2010 (come sostituito dall’articolo 4 del decreto-legge 22 ottobre 2016, n. 193, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° dicembre 2016, n. 225) o, in via opzionale, ai sensi dell’art. 1 comma 3 del DLgs. 127/2015.

E’ stato confermato che le fatture (note di variazioni e bollette doganali) devono essere inserite per “competenza”.

Per le fatture attive rileva la data di emissione, per le fatture passive la data di registrazione. Viene quindi confermato che per la prima comunicazione in scadenza il prossimo 18 settembre,  faranno riferimento per i dati delle fatture emesse i documenti con data di emissione compresa fra il 1° gennaio e il 30 giugno 2017 e per i dati delle fatture ricevute quelli annotati nel medesimo periodo sul registro acquisti.

In riferimento alla valorizzazione del campo Natura  viene specificato che:

  • il codice “N2” (“non soggette”) deve essere utilizzato per le fatture di acquisto fuori campo IVA ex art. 74 del DPR 633/72 e per quelle relative ad acquisti effettuati da soggetti in regime di vantaggio ex art. 27 commi 1 e 2 del DL 98/2011 o in regime forfetario ex art. 1 commi da 54 a 89 della L. 190/2014.
  • il codice “N3” (“non imponibile”) è relativo alle fatture relative per esportazioni effettuate da un soggetto in regime del margine.
  • Per gli acquisti intracomunitari di beni effettuati ex art. 42 del DL 331/93 si riporta il codice “N3” ovvero il codice “N4”, a seconda che si tratti di beni la cui cessione nel territorio dello Stato è, rispettivamente, non imponibile o esente

In merito alle bollette doganali l’Agenzia afferma che i campi “IdPaese” e “IdFiscale” del fornitore extra-Ue sono obbligatori e rappresentano dei dati che devono essere ricompresi anche nel registro degli acquisti.

Menocarta.net è già in grado di fornire le soluzioni e la compliance per la trasmissione periodica dei date delle fatture emesse e ricevute, per infomazioni info@menocarta.net - 800317500

Riferimenti normativi:
D.Lgs. 5 agosto 2015 n. 127, art. 1, comma 3;
• D.L. 31 maggio 2010, n. 78, art. 21 come sostituito dall’art. 4, D.L. 22 ottobre 2016, n. 193, convertito con modifiche dalla Legge 1° dicembre 2016, n. 225
Agenzia Entrate, Circolare 7 febbraio 2017, n. 1/E
Agenzia Entrate, Risoluzione 5 luglio 2017, n. 87/E.

 

È disponibile l’Instant book “Professionisti e Innovazione Digitale”, edito da Il Sole 24 Ore, a cura di Claudio Rorato ed Elisa Santorsola dell’Osservatorio Professionisti e Innovazione Digitale del Politecnico di Milano. La pubblicazione spiega come la tecnologia influenzi i modelli organizzativi e di business e in questa prospettiva essa dev’essere colta come opportunità dagli studi professionali e dalle imprese. L’estratto proposto riporta il contributo di Andrea Cortellazzo, Commercialista e promotore della rete d’impresa Menocarta.net:
“Si tratta di stimolare il sistema Commercialisti a livello nazionale ad aderire ad un modello di cooperazione tra colleghi, che hanno l’opportunità di offrire alle grandi aziende il supporto nella gestione di migliaia di fornitori” Menocarta.net e i professionisti Menocarta.net hanno fatto di questo la propria mission e sono già in grado di supportare le aziende nella digitalizzazione dei processi di fatturazione elettronica e nella relativa integrazione delle filiere fornitori.

Per visualizzare e scaricare l'allegato è necessario effettuare la registrazione al sito Menocarta.net

Il Dipartimento delle Finanze ha pubblicato ieri il Decreto attuativo con le nuove disposizioni in materia di split payment, che ne definisce i termini e le modalità di applicazione per le Pubbliche Amministrazioni e le società, per le fatturazioni a partire dal 1° luglio 2017.
 
Il Ministero dell’Economia e delle finanze ha identificato cinque elenchi di soggetti destinatari:

1 - Pubbliche amministrazioni inserite nel conto consolidato - vedi elenco
2 - Società controllate di diritto dalla Presidenza del Consiglio dei ministri e dai ministeri e delle società controllate da queste ultime - vedi elenco
3 - Società controllate di fatto dalla Presidenza del Consiglio dei ministri e dai ministeri e delle società controllate da queste ultime - vedi elenco
4 - Società controllate di diritto dalle regioni, province, città metropolitane, comuni, unioni di comuni e delle società controllate da queste ultime  - vedi elenco
5 - Società quotate inserite nell’indice Ftse Mib della Borsa italiana - vedi elenco Per un maggior dettaglio, tali elenchi sono stati pubblicati nel sito del Dipartimento delle Finanze:
http://www.finanze.it/opencms/it/fiscalita-nazionale/Manovra-di-Bilancio-2017/Scissione-dei-Pagamenti-d.l.-n.-50_2017/
 
L’elenco delle amministrazioni pubbliche è quello inserito nel conto consolidato pubblicato dall’ISTAT (ex articolo 1, comma 2, L. 196/2009), tra cui si annoverano gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali. Sono incluse anche le categorie di contribuenti soggetti a ritenuta alla fonte che operano con la PA (ordini professionali e le casse di previdenza private dei professionisti).
 
Il decreto consente per le amministrazioni e le società un avvio graduale per agevolare l’adeguamento dei sistemi informativi e contabili, prevedendo uno slittamento dei termini di versamento, fissato per le pubbliche amministrazioni al 16 novembre 2017 e per le società coinvolte al 18 dicembre 2017.

Come gestire nel migliore dei modi questo nuovo adempimento?

Con la fatturazione elettronica è possibile gestire lo split payment in maniera più semplice e limitare eventuali errori di conformità e di compilazione. Tale adempimento, è stato infatti introdotto nel gennaio 2016 per le Pubbliche Amministrazioni che erano già soggette alla fatturazione elettronica e oggi, in comitanza con l'estensione, la procedura più adeguata e rodata sembra essere proprio quella dell'invio  e della ricezione delle fatture in formato elettronico XMLPA attraverso il Sistema di Interscambio (SDI).

Quali sono gli effetti delle estensione dell'adempimento?

L'allargamento dello split payment estende la garanzia dei versamenti IVA all'erario ed una forma di lotta all'evasione, non solo, si tratta di un adempimento che tende ad orientare le aziende verso l'adozione facoltativa della fatturazione elettronica, delineandone la convenienza in termini operativi e di sicurezza.

Per infomazioni info@menocarta.net - 800317500

Si è appena conclusa l’edizione di SMAU Bologna 2017, dove abbiamo avuto l’opportunità di presentare il progetto di fatturazione elettronica B2B intrapreso con il Gruppo AVM S.p.A. che a sua volta si è aggiudicato il Premio Innovazione come “Eccellenza Italiana Modello di Innovazione per Imprese e PA”. La case history è stata presentata come “caso di successo” direttamente da Emanuele Filippi, Direttore Amministrativo del Gruppo AVM, che ha fortemente creduto nell’importanza della digitalizzazione dei flussi di fatturazione elettronica, in particolare sul fronte dell’integrazione di processo con gli oltre 1000 fornitori del Gruppo veneziano.
Scheda Case History AVM
Registrazione streaming
Già nel 2015, a Smau Milano, quando la fatturazione elettronica era ancora solo ricondotta alla Pubbblica Amministrazione, assieme al Gruppo Ascopiave abbiamo presentato il primo caso di fatturazione elettronica B2B strutturata, in quell’occasione ci è stato riconosciuto il premio “Innovazione Digitale”.
Video Case History Ascopiave
Da allora, tra decreti, aggiornamenti dei tracciati XML e rumors di ogni genere, di fatturazione elettronica B2B se ne sente parlare quasi quotidianamente. In questi ultimi due anni le competenze e il know-how di Menocarta.net si sono via via consolidati, come sono sempre di più i professionisti e le imprese che comprendono la portata del cambiamento. Un cambiamento che magari non ha a tutti gli effetti un percorso  tracciato, ma quantomeno ha preso una direzione, secondo la quale non sarà possibile ripassare “dal VIA”, ma che sicuramente ci porterà ad nuovo traguardo.

 

Martedì, 06 Giugno 2017 17:00

Ti aspettiamo a Smau Bologna

Ti aspettiamo a Smau Bologna con 3 appuntamenti da non perdere:
Giovedì 8 - ore 11:30 Live Show - Open Innovation, dalla competizione alla collaborazione.
Venerdì 9 - ore 14:00 Workshop - La digitalizzazione nativa dei processi aziendali: una "scelta obbligata" per innovare ed innovarsi. Iscriviti al workshop
Venerdì 9 - ore 14:30 Live Show - Caso di successo: Le fatture della società di servizi diventano elettroniche, il Gruppo AVM S.p.A.

Per tutta la durata dell'evento saremo presenti al Pad. 33 - Stand A15

COME REGISTRARSI

Registrati al sito www.smau.it, inserisci questo codice invito, crea la tua agenda di visita e usufruisci dell’ingresso gratuito all’evento.

CODICE INVITO: 2198450736
Oppure tramite il LINK www.smau.it/invite/bo17/menocarta1/

 

In questi giorni l’Agenzia ha pubblicato sul proprio sito internet una serie di risposte (FAQ) a quesiti pervenuti in merito all’invio dei dati delle liquidazioni periodiche IVA in vista della prima scadenza del 12 giugno.

Si va dalla gestione del credito annuale da dichiarazione IVA, alla casistica del trimestre senza operazioni attive e/o passive ai fini IVA, fino ai casi particolari di reverse charge e dei versamenti UE. Per quanto riguarda le operazioni con regole speciali viene chiarito che in caso di emissione di fatture in regime di split payment il cedente/prestatore deve riportare il solo imponibile delle operazioni attive (rigo VP2) senza considerare l'imposta nell'Iva esigibile (rigo VP4).

Per le operazioni in cui il cessionario o committente è debitore dell'imposta (ad esempio per le operazioni a reverse charge o per gli acquisti intracomunitari) è necessario compilare solo i righi relativi agli acquisti e non quelli delle operazioni attive.

Viene confermato che nel caso in cui non sia stata registrata nel periodo di riferimento alcuna operazione rilevante ai fini Iva, l'obbligo di comunicazione non sussiste. Al contrario sussiste nel caso in cui occorra dare evidenza del riporto del credito del trimestre precedente. Le FAQ pubblicate sono disponibili al link: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/home/cosadevifare/comunicaredati/liquidazioni+periodiche+iva/faq+liquidaz+iva

Pagina 1 di 13