Fatturazione Elettronica B2B (old)

Menocarta.net ha già avviato dei progetti di piena gestione del ciclo di fatturazione elettronica tra privati, dove l’intero processo, dall’emissione della fattura da parte del Fornitore alla ricezione e pagamento da parte del Cliente, è gestito digitalmente con la massima efficienza operativa.

Il CONTROLLO DI GESTIONE, nei progetti già avviati, ha messo in evidenza vantaggi non trascurabili sia per l'azienda Cliente che per il Fornitore.
Di seguito sono riportati due modelli a confronto nell'ambito della FORNITURA DI BENI.

VANTAGGI PER IL FORNITORE:

  • Risparmi di tempo
  • Perfezionamento immediato delle obbligazioni contrattuali
  • Possibilità di scontare finanziariamente il flusso di fornitura

VANTAGGI PER IL CLIENTE:

  • Risparmi di tempo e azzeramento delle attività a basso valore aggiunto
  • Riduzione dei costi del personale addetto
  • Annullamento degli errori di registrazione delle fatture
  • Semplificazione del processo autorizzativo di pagamento
  • Riduzione dei contenziosi

POSSIBILI SCENARI FUTURI

L'introduzione della fatturazione elettronica tra privati condurrà all'automazione e allo snellimento dei processi amministrativi, dove la professionalità di Auditor e Commercialisti svolgerà un ruolo indispensabile nel convalidare il "SISTEMA DI CONTROLLO AZIENDALE" e l' "INTEGRITÀ DEI FLUSSI FATTURAZIONE ELETTRONICA B2B".
L'attività di assurance e la compliance nella validazione del processo, introducono un modello adatto ad integrare la fatturazione elettronica con i servizi bancari di incasso e pagamento. Si delineerà pertanto un iter procedurale che farà leva sull'articolato sistema di validazione dei seguenti ambiti:

  • Verifica ed attestazione delle procedure contabili ed amministrative interne all'azienda emittente il flusso di fatturazione elettronica;
  • Verifica dell'esistenza e validità delle operazioni attive aziendali sottostanti i flussi di fatturazione attiva;
  • Verifica delle condizioni di pagamento contrattualmente concordate tra azienda cliente / fornitore e condivisione delle stesse con l'entità bancaria di riferimento.

In questo orizzonte, lo sviluppo della fatturazione elettronica B2B dovrà dunque prevedere:

  • l'adozione di un formato standard (es. EDI o XmlPA).
  • l'interazione e l'integrazione del Sistema di Interscambio SOGEI con il canale bancario per la trasmissione dati all'Agenzia delle Entrate.
    In questo modo sarà possibile prevedere le SEMPLIFICAZIONI SUGLI ADEMPIMENTI FISCALI prospettate a partire dal 2017 , per le aziende che aderiranno alla fatturazione elettronica tra privati.

I seguenti schemi ipotizzano alcuni modelli di riferimento per il "sistema fatturazione elettronica tra privati" in Italia:


 

Approfondimento
Convegno 3 luglio 2015 - FATTURAZIONE ELETTRONICA: DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE AL B2B.
UN PERCORSO DOVE IL CONTROLLO DI GESTIONE FA LA DIFFERENZA.

Tutti gli atti del convegno, i video integrali delle tavole rotonde, il programma e i profili dei relatori sono disponibili alla

pagina ufficiale del convegno

  VIDEO  

Link per la visualizzazione dei video integrali: https://wintech.videoformazioneonline.it/ e indicazioni per accedere al portale

  ATTI DEL CONVEGNO  


 

Proposta sperimentale:

Sperimentazione fatturazione elettronica B2B, presentazione del progetto 29/09/2015 @ODCEC Padova

Banca Popolare di Vicenza, Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Padova e Menocarta.net insieme per la digitalizzazione dei processi di fatturazione

A marzo 2015 Menocarta.net ha inoltre preso parte ad un progetto sperimentale dove sono coinvolti anche la Banca Popolare di Vicenza e l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Padova, il cui obiettivo è quello di integrare le specifiche competenze delle tre parti coinvolte, per favorire la digitalizzazione dei processi amministrativi nel “B2B” e generare una compliance e quindi un nuovo modello di business di riferimento.

Scarica il comunicato stampa


Riferimenti normativi
  • 18-08-2015 Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legislativo n. 127/2015 relativo alla trasmissione telematica delle operazioni Iva e di controllo delle cessioni di beni effettuate attraverso distributori automatici. Il provvedimento, che entrerà in vigore il 2 settembre 2015, rende possibile l'utilizzo della fattura elettronica anche tra privati e stabilisce i termini per la diffusione della trasmissione telematica.
    Leggi il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale
  • Il Consiglio dei Ministri del 31 Luglio 2015 dà il via libera definitivo a due decreti legislativi attuativi della legge di riforma fiscale (legge 11 marzo 2014 n. 23) che delega il governo ad introdurre disposizioni per un sistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita. Nello specifico il Consiglio dei ministri ha licenziato:
    • Decreto legislativo riguardante disposizioni sulla certezza del diritto nei rapporti tra fisco e contribuente;
    • Decreto legislativo di trasmissione telematica delle operazioni IVA e di controllo delle cessioni di beni effettuate attraverso distributori automatici (fatturazione elettronica).
    Per quanto riguarda il contenuto dei provvedimenti approvati in via definitiva dal Consiglio dei ministri si rimanda al comunicato stampa del Consiglio dei Ministri del 17 Luglio 2015
  • 17-07-2015 Approvato il Decreto Legislativo di trasmissione telematica delle operazioni IVA e di controllo delle cessioni di beni attraverso distributori elettronici (fatturazione elettronica)
    Leggi il comunicato stampa del Consiglio dei Ministri del 17 Luglio 2015
  • Il Decreto del Consiglio dei Ministri del 20 aprile 2015 introduce il tema dell’imminente estensione della fatturazione elettronica al “B2B” e dello scontrino digitale. Tutte le imprese e gli esercenti interessati potranno aderire facoltativamente all’adeguamento proposto del Governo a partire dal 1° Gennaio 2017, in cambio di importanti sgravi fiscali ed amministrativi.
    Leggi il comunicato stampa del Consiglio dei Ministri del 21 Aprile 2015